BOLZANO – “Dopo i boicottaggi ricevuti dalla Provincia e i continui tagli di fondi pubblici che hanno gettato in grave difficoltà economica l’associazione, il parere dell’ufficio preposto e dell’assessore Repetto era di stanziare al circolo “La Comune” 12.000€ per un ciclo di eventi che prevede 16 serate-13 spettacoli, all’interno della rassegna teatrale “L’Arte del Far Ridere”.

Stiamo parlando di un sodalizio capace di intercettare una vastissima parte della popolazione, coinvolgendo agli eventi sopratutto i quartieri più popolari. Un associazione che tanto ha dato e da alla città, ma che, data la grande affluenza di pubblico, va a pestare metaforicamente i piedi di altre associazioni a cui i “padroni della cultura” vorrebbero dare il monopolio.

Per questi motivi e per il fatto che, come ho energicamente sottolineato in commissione, ci sono associazioni come “Volontarius” che percepiscono centinaia di migliaia di euro di fondi pubblici per offrire eventi di nicchia o comunque destinati più all’integrazione di immigrati che non alla popolazione autoctona e che, tale sodalizio “La Comune” ha bisogno di questi fondi per salvare sé stesso e la propria incessante attività a favore della cittadinanza, ho richiesto che si alzasse il contributo a 20.000€!

Purtroppo però sono stato l’unico a votare a favore di tale somma…

Astenuti 5Stelle, Gennaccaro, PD, Verdi e Svp, contraria la Lega Nord.

La consigliere grillina Bresadola allora, astenuta alla mia proposta e incalzata dall’assessore Repetto, ha richiesto che il contributo venga aumentato a 15.000€

Non so come ragiona lei, ma noi di CasaPound fortunatamente abbiamo ben altri modi di lavorare e, essendo stata bocciata la mia proposta anche per colpa sua, ho votato comunque a favore di tale somma.

Hanno votato a favore anche Svp, PD, Verdi e Gennaccaro. Contraria la Lega Nord.

Sono molto dispiaciuto che non ci sia stata un effettiva volontà di contribuire maggiormente alle iniziative di questa associazione al fine di salvarne il bilancio.

Sono dispiaciuto di non aver trovato un aiuto in appoggio alla mia proposta è, come ho ripetuto alla commissione, io sono più pratico che burocratico e preferisco mille volte chi ravviva la città con eventi di grande interesse e partecipazione popolare, seppur con innegabile disordine burocratico, ad associazioni legalmente immacolate ma che offrono eventi che di cultura hanno ben poco come pochi sono i bolzanini veri che vi partecipano”.

Fonte: Andrea Bonazza

 

2008-10 © Circolo La Comune | via Mendola, 21/D - Bolzano |

Realizzato con il contributo della Provincia Autonoma Alto Adige - Cultura Italiana, delComune di Bolzano e della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano